Tecnica All on Four per implantologia a carico immediato

Implantologia a carico immediato con e senza osso: come avere nuovi denti fissi in un solo giorno

L’implantologia tradizionale prevede che, dopo l’inserimento degli impianti, venga osservata una fase di guarigione di circa 4-6 mesi, prima di eseguire la protesi definitiva.

In passato, ciò comportava spesso l’uso di protesi rimovibili, dentiere poco confortevoli e dall’estetica a volte sgradevole, causando notevoli disagi ai pazienti. Oggi, grazie al progresso tecnologico, è possibile eseguire un intervento di impianto a carico immediato che consente di avere denti fissi in un giorno.

Con la tecnica dell’implantologia a carico immediato con e senza osso, in presenza di determinati requisiti, si possono fissare delle protesi personalizzate sugli impianti del paziente. Così si ottengono risultati estetici ottimi e massimo comfort durante la masticazione, per tutto il tempo necessario al perfetto compimento dell’osteo integrazione dell’impianto.

Quando il processo sarà concluso, potranno essere ancorati all’impianto i nuovi denti fissi definitivi.

L’implantologia a carico immediato avviene nell’arco di sole 24 ore e ha una percentuale di successo molto alta, nel caso in cui il paziente possieda tutti i requisiti necessari.

  1. Come avviene l’implantologia a carico immediato.
  2. Pro e contro dell’implantologia a carico immediato.
  3. Implantologia a carico immediato senza osso con mini-impianti.
  4. Tecnica All on Four per l’implantologia a carico immediato.

1.    Come avviene l’implantologia a carico immediato

implantologia carico immediato senza osso

L’implantologia a carico immediato permette di riacquistare un bel sorriso in tempi ridotti, ma non tutti hanno i requisiti necessari per sottoporsi a questo tipo di intervento.

Spesso è indispensabile un vero e proprio iter di preparazione perché siano realizzate tutte le condizioni indispensabili alla buona riuscita dell’implantologia a carico immediato.

La procedura di impianto dei denti fissi a carico immediato è molto simile a quella eseguita per l’inserimento dei comuni impianti, con la differenza che il paziente esce dallo studio con dei denti fissi, stabili e belli da guardare, senza antiestetiche protesi temporanee.

I due aspetti fondamentali per la buona riuscita del procedimento sono la qualità dell’osso mascellare/mandibolare e la sua densità minerale, ovvero la quantità di materia minerale presente per centimetro quadrato di osso. La densità ossea è un indice che viene utilizzato anche per valutare il grado di osteoporosi del paziente e influisce sulla stabilità primaria dell’impianto.

La preparazione del paziente in vista dell’implantologia a carico immediato consiste in una bonifica della bocca. L’intervento prevede in un primo tempo l’estrazione di denti e radici danneggiati o mancanti. A volte, quando possibile, nella medesima seduta sono inseriti gli impianti nelle aree edentule che faranno da sostegno ai nuovi denti fissi provvisori, e vengono prese le impronte dei monconi naturali e implantari. Il laboratorio Odontotecnico confezionerà nel giro di poche ore la protesi.

La protesi fissa provvisoria deve essere portata dal paziente per un periodo di tempo che varia da 3 a 6 mesi. In questo modo l’osteo integrazione si consolida in modo ottimale per poter reggere la protesi definitiva.

L’implantologia a carico immediato permette di sostituire un solo dente o un’intera arcata dentaria. L’obiettivo può essere realizzato anche attraverso una tecnica chiamata “transmucosa” che consente di inserire l’impianto dentale senza aprire il lembo gengivale. Si tratta dunque di una tecnica non invasiva grazie alla quale si può intervenire senza provocare una ferita chirurgica.

  • L’implantologia tradizionale prevede che venga aperta la gengiva per inserirvi l’impianto. Successivamente, durante una seconda seduta, la gengiva viene sollevata per scoprire gli impianti e per seguire i protocolli protesici al fine di applicare la protesi.
  • Nell’implantologia transmucosa, invece, si pratica un piccolo foro circolare nella gengiva, dove viene applicato l’impianto nel corso di un’unica seduta.

Con gli impianti dentali a carico immediato, già dopo qualche ora viene inserita la protesi fissa (Ponte, corona ecc.), precedentemente realizzata in laboratorio e in grado di adattarsi alle caratteristiche fisiche dell’arcata dentale. Completata la procedura, sarà necessario effettuare dei controlli periodici dal dentista per eventuali ritocchi occlusali e radiografie, fino al momento della sostituzione della protesi provvisoria con i denti fissi definitivi.

2.    Pro e contro dell’implantologia a carico immediato

Implantologia a carico immediato

Ecco quali sono nell’impianto dentale a carico immediato i pro e i contro:

  • La procedura di impianto a carico immediato è molto rapida e può essere eseguita in un solo giorno, limitando gli stati d’ansia legati agli interventi dentistici e i disagi provenienti dall’assenza di denti fissi;

 

  • Con l’implantologia dentale a carico immediato, il paziente ha immediatamente la possibilità di masticare evitando di portare ancora protesi mobili/dentiere che risultano scomode e antiestetiche;

 

  • La masticazione con i denti fissi in un giorno è più salda e confortevole e non vengono generati movimenti fastidiosi e innaturali della dentatura;

 

  • Non bisogna attendere mesi prima di poter mettere i denti fissi;

 

  • I denti a carico immediato vengono realizzati in base alle caratteristiche morfologiche delle arcate dentali del paziente;

 

  • La percentuale di successo a cinque anni dall’intervento si aggira intorno al 97% dei casi;

 

  • Utilizzo di protesi di qualità, durevoli nel tempo e dall’estetica molto simile ai denti originali;

 

  • L’invasività dell’intervento chirurgico è minima e la riabilitazione post operatoria risulta rapida;

 

  • Il costo dell’impianto dei denti fissi varia a seconda del numero di protesi da inserire;

 

  • Affinché gli impianti dentali a carico immediato riescano, è necessario che il paziente possieda alcuni requisiti, senza i quali non è possibile procedere;

 

  • In alcuni casi, la particolare posizione di alcune protesi può renderle più soggette alle sollecitazioni indotte dalla masticazione, mettendole maggiormente a rischio;

 

  • L’uso dei denti a carico immediato richiede frequenti controlli dentistici, nel periodo che intercorre tra l’inserimento delle protesi e l’applicazione dei denti definitivi.

Nel complesso, mettere denti fissi in un giorno è una procedura conveniente e sicura che migliora la qualità della vita del paziente. Grazie all’implantologia dentale a carico immediato, quindi, è possibile tornare a sorridere in tempi brevi e col minimo sforzo.

3.    Implantologia a carico immediato senza osso con mini-impianti

come avviene implantologia acarico immediato

L’implantologia a carico immediato senza osso è una tecnica utilizzata quando il paziente presenta una più o meno accentuata atrofia ossea. È definita come una procedura mini-invasiva” perché non richiede l’incisione della gengiva. Per questo è adatta a pazienti anziani o con particolari problemi di salute, come diabete e cardiopatie.

L’atrofia delle ossa mascellari si verifica in conseguenza della perdita dei denti a causa di traumi o di patologie. Infatti, nel momento in cui viene perso un dente il parodonto e l’osso mascellare non assolvono più alla loro funzione di supporto e iniziano a ritirarsi. Generalmente l’osso mascellare si atrofizza nei primi 2 o 3 anni dopo la perdita del dente. Si può arrivare alla perdita del 60% del tessuto osseo e gengivale. L’edentulia causa problemi di tipo deglutitorio, masticatorio e legati all’aspetto del volto.

La tecnica dell’implantologia a carico immediato senza osso è caratterizzata dall’uso di mini-impianti, cioè viti di dimensioni nettamente inferiori rispetto a quelle tradizionali, che si adattano alla condizione di atrofia ossea del paziente.

Si tratta anche di una soluzione ideale per quei pazienti anziani che hanno bisogno di un supporto più stabile della dentiera. Infatti, gli adesivi e i sistemi di fissaggio tradizionali possono dar luogo a inconvenienti come lo spostamento del dispositivo mentre si parla o si mastica. Grazie all’implantologia a carico immediato senza osso il paziente può beneficiare di una maggiore stabilità dell’impianto e della sua lunga durata.

·        L’implantologia a carico immediato è dolorosa?

L’implantologia a carico immediato senza osso avviene generalmente in anestesia locale, ma per i pazienti più ansiosi può essere presa in considerazione la possibilità di praticare la sedazione cosciente, o addirittura un’anestesia generale, in presenza di un anestesista specializzato.

4.    Tecnica All on Four per l’implantologia a carico immediato

Tecnica All on Four per implantologia a carico immediato

L’implantologia a carico immediato può essere realizzata anche su pazienti che hanno un’intera arcata dentaria edentula, cioè completamente priva di denti. In questi casi si utilizzano due procedure in particolare, che permettono di fornire una nuova dentatura nell’arco delle 24 ore anche per aree estese.

La tecnica All on Four per l’implantologia a carico immediato è innovativa e garantisce ottimi risultati. Nell’osso mandibolare o mascellare vengono inseriti quattro impianti di titanio (di cui i due esterni con una inclinazione a 30°), così da creare una base solida per l’applicazione della protesi, che viene ancorata alle quattro viti andando a ricostituire l’arcata dentaria nella sua totalità.

In un primo momento verrà installata una protesi provvisoria, che sarà poi sostituita da quella definitiva quando l’osteo integrazione si sarà compiuta perfettamente.

La tecnica alternativa dell’All on Six si differenzia dalla precedente perché la protesi viene fissata su sei impianti dentali. L’implantologo decide se utilizzare la tecnica dell’All on Four o quella dell’All on Six, in ogni caso entrambe le procedure sono opzioni valide per i pazienti che non desiderano portare protesi mobili.

Clicca qui per maggiori informazioni o per prendere appuntamento alla Clinica Dentistica di Como del dottor Walter Renda. Le nostre migliori tecnologie sono a tua disposizione, per un risultato che non teme confronti!

 

Share:

Walter Renda

Laurea in Medicina e Chirurgia con Lode 1978 Membro Ordine dei Medici Dentisti Fin dal periodo post-laurea, ha sempre esercitato la libera professione interessandosi soprattutto alle nuove frontiere dell’odontoiatria (Master in Laser chirurgia) e alle nuove branche nate negli ultimi anni come la Gnatologia, settore in cui al momento è uno degli esperti in Italia e in Svizzera