Prevenzione primaria e igiene dentale: tutto quello che c’è da sapere

La prevenzione primaria e l’igiene dentale sono aspetti di fondamentale importanza per garantire il benessere dell’apparato stomatognatico.

Viene proposto un sommario dove è possibile individuare immediatamente gli argomenti trattati nella pagina.

Partiremo da una concezione più generica, passeremo ad approfondire il tema della prevenzione dentale per bambini e in gravidanza, per poi dedicare alcuni paragrafi alla questione relativa alla prevenzione della carie dentale, anche in rapporto alle precedenti categorie.

Per finire, un breve riassunto dei punti chiave da tenere sempre a mente, quindi quelle che potrebbero essere considerate come le buone pratiche per evitare l’insorgere di vari problemi all’interno del cavo orale. Chiude il tutto un paragrafo che informa circa il Mese della Prevenzione Dentale che da anni è istituito in ottobre, per sensibilizzare rispetto a questo tema.

  1. Prevenzione orale e igiene dentale a 360°
  2. Prevenzione dentale per bambini: consigli
  3. Igiene e prevenzione dentale in gravidanza
  4. Prevenzione della carie dentale
  5. Prevenzione odontoiatrica e igiene dentale: punti chiave riassuntivi
  6. Ottobre: Mese della Prevenzione Dentale

1.    Prevenzione orale e igiene dentale a 360°

La salute della bocca non riguarda solo i denti ma tutto il cavo orale che necessita di una buona prevenzione per evitare l’insorgere di malattie ben più gravi di una semplice carie. Intendiamo proprio la categoria delle patologie orali (neoplastiche, autoimmuni e infettive) che comporta interventi mirati, dispendio economico e non pochi disagi fisici.

Tutto questo può essere quantomeno limitato, se non proprio evitato, cercando il più possibile di prevenire il problema.

Le campagne di sensibilizzazione per la prevenzione orale e l’igiene dentale devono cominciare all’interno della scuola e sempre più frequenti sono le iniziative promosse a favore di gente disagiata (come i minori a rischio) o in condizioni precarie (ad esempio nelle carceri), in collaborazione con il Ministero della Salute sull’Odontoiatria Sociale che permette, in queste particolari situazioni, interventi e controlli gratuiti.

Mostrare un bel sorriso non è poi così difficile se si decide di prevenire invece che curare, per una bocca pulita e decisamente più sana.

2.    Prevenzione dentale per bambini: consigli

La prevenzione dentale deve cominciare sin dai primi anni di vita in modo che i bambini crescano con denti in salute.

  • Con lo spuntare dei primi denti, è bene abituare il piccolo, come se fosse un gioco, ad usare uno spazzolino da denti (possibilmente quello con setole morbide) specifico in base all’età e il relativo dentifricio;
  • Cambiare lo spazzolino ogni tre mesi per una maggiore igiene orale;
  • Inizialmente, insegnare il metodo corretto per lavarsi i denti (i bambini imparano molto per imitazione) in modo che diventi una consuetudine ma controllare sempre che lo facciano nel modo giusto;
  • Limitare l’uso eccessivo di zuccheri in alimenti e bevande in quanto causa primaria di carie;
  • Effettuare periodicamente i controlli dal dentista per una maggiore prevenzione dentale per i bambini e per far capire loro che non devono aver paura del “dottore dei denti“. Un altro fattore da tenere in considerazione riguarda le cosiddette malocclusioni, come il reiterato uso del ciuccio che può provocare seri problemi, piuttosto che l’abitudine a succhiarsi la lingua o la bocca. Tra i comportamenti errati ma frequenti nei bambini ricordiamo infine la pratica di mangiarsi le unghie e succhiarsi il dito.

3.    Igiene e prevenzione dentale in gravidanza

È ampiamento dimostrato come lo stato di salute dell’embrione dipenda in larga parte dal generale stato di salute della madre, oltre che naturalmente da fattori ereditari.

L’igiene e la prevenzione dentale in gravidanza risultano fondamentali per evitare eventuali infezioni batteriche che, dalla bocca, possono estendersi ad altre parti del corpo.

Diversi studi hanno infatti individuato tali processi infettivi (ad esempio la malattia parodontale) come la causa di problemi con il parto, a partire dalla presenza di altre infezioni – come quelle relative all’endometrio e al liquido amniotico – per arrivare alla rottura prematura della membrana amniotica, parti pretermine e addirittura aborti spontanei.

Tutto questo evidenzia quindi l’importanza dell’igiene e della prevenzione dentale in gravidanza, per cui si raccomanda si seguire alcune indicazioni come:

  • Cercare di eseguire controlli ed eventuali cure a livello orale possibilmente prima di iniziare la gravidanza;
  • Tenere alti i livelli di igiene orale e mantenerli tali almeno per tutta la durata della gestazione e per i primi tre mesi successivi;
  • Salvo presenza di ascessi o infezioni acute, i trattamenti di natura parodontale devono essere programmati non prima del secondo trimestre di gravidanza.

4.    Prevenzione della carie dentale

La carie è un processo corrosivo causato da batteri che si localizza nei denti provocando la distruzione di tessuti duri, smalto e dentina.

Attraverso opportune norme comportamentali è possibile attivarsi per prevenire la formazione della carie dentale (anche nei bambini), ostacolandone quindi la formazione.

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale in questo senso: gli zuccheri sono infatti una delle maggiori cause perché si trasformano in sostanza acida che demineralizza lo smalto dei denti.

Un minerale che aiuta nella prevenzione della carie dentale è il fluoro che rallenta il processo di distruzione dello smalto. Parallelamente alla sua assunzione è inoltre preferibile consumare cibi sani come le verdure (che sono ricche di minerali) e bere molta acqua. Infine, non meno importante è il fatto di recarsi spesso dal dentista per un’opportuna pulizia dei denti professionale.

Prevenzione della carie dentale nei bambini

Per prevenire la carie dentale nei bambini bisogna utilizzare gli stessi accorgimenti che si fanno in età adulta, ma con un’attenzione maggiore.

Erroneamente si pensa che i denti da latte siano marginali e si sottovaluta la loro salute. In realtà la carie che interessa i denti decidui è molto dolorosa in quanto tali elementi presentano, per loro natura, una camera pulpare più ampia, di conseguenza è necessario intervenire tempestivamente. Tra l’altro, la formazione di carie dei primi denti può essere causa di problemi per la futura dentatura adulta.

Ecco, allora, che la prevenzione della carie dentale nei bambini riveste un’importanza cruciale.

  • Per prima cosa, naturalmente, sarà bene limitare il consumo di zuccheri.
    Sappiamo bene che alimenti come cioccolata, caramelle o bevande gassate zuccherate (tipo la coca cola) sono i cibi preferiti dai più piccoli quindi è bene che ci sia sempre la supervisione di un adulto durante il loro utilizzo.
  • L’assunzione di fluorodeve cominciare in tenera età.

Dosi e somministrazioni devono essere indicate dal medico, ma bisognerà prestare attenzione anche alla marca utilizzata per il dentifricio dei bambini, in quanto contenente già una certa quantità di fluoro.

  • Naturalmente, controlli periodici dal dentistaaiutano il bambino a imparare le corrette abitudini e prevenire la carie dentale o quantomeno limitarne l’azione quando fosse nascosta, in modo tale da non estendersi oltre.

Prevenzione della carie dentale in gravidanza

Prevenire la carie dentale nelle donne in gravidanza è un’attività che influisce non poco sulla futura salute dentale dei bambini. Infatti, come per l’igiene e la prevenzione dentale generica, anche rispetto alle carie dentale le mamme devono necessariamente conoscere le buone pratiche per evitare conseguenze più o meno gravi, prima tra tutte la predisposizione del nascituro allo sviluppo delle carie stesse.

Lo streptococcus mutans, normalmente stazionario all’interno del cavo orale, è la principale causa delle carie dentali. Questo batterio, però, non è presente nei bimbi privi di denti e viene invece trasmesso, una volta iniziato il processo di eruzione, tramite saliva da parte della madre e/o delle persone che si prendono cura del neonato. Da qui ne deriva che la prima e più importante indicazione è di evitare il passaggio di saliva da un qualsiasi adulto (compresa la madre) al piccolo. Oltre a questo:

5.    Prevenzione odontoiatrica e igiene dentale: punti chiave riassuntivi

Attraverso le buone pratiche di prevenzione odontoiatrica e igiene dentale la bocca avrà un aspetto più sano, scongiurando il rischio di incorrere in patologie più o meno gravi.

I punti chiave che riassumono i consigli di ogni Odontoiatra per la salute dei denti sono quindi i seguenti:

  • Non basta lavarsi spesso i denti, il movimento deve essere fatto in un determinato modo per essere realmente efficace:
  • I bambini devono spazzolare a rullo, cioè dalle gengive fino alla parte bianca del dente, per almeno tre minuti;
  • Gli adulti devono spazzolare i denti dall’alto verso il bassoe non da destra verso sinistra, come in molti pensano.
  • Il filo interdentale e lo scovolino sono utili e vanno SEMPRE associati allo spazzolino.
  • Per una corretta prevenzione odontoiatrica e igiene dentale è bene che i bambini che raggiungono l’età scolare si sottopongano a controlli periodici e durante uno di essi si proceda alla cosiddetta sigillatura dei solchi sui molari, per garantire una maggiore protezione dei denti e per prevenire la formazione della carie.
  • Verso i 10-12 anni cominciare a sottoporsi a sedute di igiene dentale professionale.

6.    Ottobre: Mese della Prevenzione Dentale

Il Mese della Prevenzione Dentale è un’iniziativa istituita da ANDI, l’Associazione Nazionale dei Dentisti Italiani, in collaborazione con Mentadent.

Da più di 30 anni, ogni anno viene organizzato ad Ottobre il Mese della Prevenzione Dentaleper offrire a tutte le famiglie l’opportunità di usufruire gratuitamente di controlli dentistici, naturalmente previa opportuna prenotazione.

Il check up gratuito viene eseguito da uno dei centri dentistici che aderiscono all’iniziativa e, negli anni, ha portato ad una sensibilizzazione positiva rispetto all’importanza di effettuare periodicamente le visite di controllo dallo specialista, così da poter curare tempestivamente eventuali disturbi presenti e prevenire non solo dalla carie dentale, ma da qualunque complicanza possa interferire e compromettere la salute della persona, oltre ad implicare ingenti spese per la risoluzione del problema.

Per sostenere ancor più il Mese della Prevenzione Dentale e il messaggio con esso veicolato, a marzo è previsto un secondo controllo.

La Clinica Dentistica di Como aderisce con piacere all’iniziativa e invita chiunque a presentarsi per una verifica delle condizioni del cavo orale.

Il sorriso è uno dei gesti più spontanei, belli ed espressivi del viso.
La prevenzione primaria e un’igiene orale corretta vi consentiranno di non dovervi rinunciare. Contattaci e prenota la tua seduta!

 

Share:

Walter Renda

Laurea in Medicina e Chirurgia con Lode 1978 Membro Ordine dei Medici Dentisti Fin dal periodo post-laurea, ha sempre esercitato la libera professione interessandosi soprattutto alle nuove frontiere dell’odontoiatria (Master in Laser chirurgia) e alle nuove branche nate negli ultimi anni come la Gnatologia, settore in cui al momento è uno degli esperti in Italia e in Svizzera